fbpx

MedSurgical Argentina e Decomedical: al via nuovi progetti per il mercato sudamericano

Tra briefing e giornate in azienda, Decomedical e MedSurgical pronte a far partire nuove iniziative per il Sud America.

Una conferma più che una novità per Lucia Bulacio e Francisco Facio, i due partner argentini che con la loro casa di distribuzione MedSurgical, rappresentano Decomedical in Sud America.

Una  joint venture tra le due società che va avanti da quattro anni, ormai.

Ma è la prima volta che i manager di MedSurgical fanno tappa in Italia per vedere da vicino come nascono i prodotti che, come confermano, sono tra i più ricercati dai migliori medici estetici e chirurghi plastici dell’America Latina. 

Il design e l’innovazione tecnologica Decomedical hanno molto colpito i partner sudamericani, in visita al nostro stabilimento di San Mango Piemonte.

«Siamo rimasti favorevolmente impressionati dalla cura che Lorenzo ed i suoi collaboratori impiegano in ogni fase della lavorazione – osserva Lucia Bulacio -. L’immagine che l’azienda trasferisce corrisponde in maniera precisa a ciò che in realtà è e fa».

Attraversando i diversi settori aziendali, i due distributori hanno avuto modo di verificare tutti i passaggi che portano alla realizzazione delle macchine per estetica, dalla progettazione all’assemblaggio, dai test agli interventi di manutenzione.

Non hanno dubbi Lucia e Francisco nell’individuare quelli che sono i punti di forza che elevano Decomedical rispetto ai competitors: qualità tecnologica, eleganza delle linee e innovazione.

Decolaser – laser a diodo 808 e Decolight luce pulsata le due apparecchiature che, secondo i partner argentini dell’azienda di Lorenzo De Cola, rappresentano il top, macchinari che raccolgono tanti consensi da parte degli operatori specializzati sudamericani.

«Anche la radiofrequenza, la pressoterapia e gli ultrasuoni Decomedical sono particolarmente ricercati dal mercato sudamericano, che in questo settore premia in maniera forte le eccellenze» confermano.

Le giornate in casa Decomedical scorrono veloci. Lorenzo De Cola ha stilato un preciso piano di lavoro, che oltre ai briefing e agli aggiornamenti tecnici sulle funzionalità delle apparecchiature, lascia ampio spazio anche al tempo libero. 

D’altronde, il made in Italy alla base del successo dell’azienda salernitana si manifesta anche nel calore dell’accoglienza. Particolarmente apprezzato dai partner argentini.

«Abbiamo in cantiere nuovi progetti – spiega il CEO di Decomedical -. Insieme stiamo studiando nuove strategie per migliorare l’organizzazione dell’assistenza ai nostri clienti argentini e immaginando i prossimi appuntamenti per diffondere ulteriormente il nostro brand tra i professionisti sudamericani».

Bonus Industria 4.0 per Centri Estetici, occasione da non perdere.

Agevolazioni sotto forma di credito di imposta, Bonus Industria 4.0, anche nel 2022 per centri estetici ed i professionisti medici del settore estetico che decidono di innovare la propria azienda ed investire in nuove tecnologie per potenziare la propria attività.

Dal Ministero per lo Sviluppo Economico, sotto forma di agevolazioni fiscali previste dal piano di transizione, ecco gli “stimoli economici” per sostenere gli investimenti in beni strumentali industria 4.0, ossia quelli tecnologicamente avanzati.

Gli argomenti per convincere chi possiede un centro estetico ad investire nell’acquisto di nuovi e più moderni macchinari sono tanti e vantaggiosi.

Il credito di imposta per investimenti in beni strumentali punta alla digitalizzazione delle imprese, l’importante è affidarsi, però, in fase di acquisto, a fornitori stabili, affidabili e con una precisa identità sul mercato.

Perché per poter accedere alle agevolazioni è necessario che le apparecchiature che si vanno ad acquistare siano in possesso di determinate specifiche tecniche come, ad esempio, è il caso dei nostri macchinari DECOLASER (laser a diodo), DECOFREQUENCY UP (radiofrequenza), ENDOSHAPER (endermologie), PRESSO DREN DIGIT (pressomassaggio), DECOLIGHT (luce pulsata).

Insomma, se rivoluzione tecnologica deve esserci, che sia davvero tale e noi di Decomedical siamo a tua disposizione per chiarirti ogni aspetto 

Per poter accedere al credito d’imposta previsto dalle misure governative per incentivare i nuovi acquisti, ad esempio, è necessario che le macchine per l’estetica, come quelle prodotte dalla nostra azienda totalmente italiana, siano corredate da una dichiarazione di certificazione  rispetto a quanto previsto dalle norme della cosiddetta Industria 4.0.

Altro aspetto da tener presente è, poi, la necessità di poter dimostrare la connessione tra i nuovi strumenti acquisiti e il sistema informatico dell’azienda.

Come dire: non basta acquistare il macchinario con predisposizione alla 4.0 per usufruire delle agevolazioni se questo non viene interconnesso alla rete del centro estetico, in modo da consentire un costante monitoraggio dei dati trasmessi dalla macchina.

È importante certificare l’interconnessione del nuovo strumento alla rete del centro perché rimane il requisito fondamentale per poter ottenere il credito di imposta.

Si tratta di un aspetto di fondamentale importanza per non trovarsi, dopo l’acquisto e al momento di richiedere i benefici, di fronte a qualche spiacevole sorpresa con apparecchiature prodotte chissà dove non in regola con i requisiti richiesti dalla legge.

Questo perché la sola attestazione che certifichi che il macchinario sia rispondente ai requisiti dei beni strumentali tecnologicamente avanzati, non è sufficiente ad assicurarsi il benefit, che sarà concesso solo di fronte alla verifica di un ambiente che risponda davvero ai requisiti dell’industria 4.0.

Hai bisogno di un consiglio per scegliere i macchinari più adatti per il tuo centro estetico? Chiamaci +39 089 631094

Come aprire un centro estetico con il finanziamento Resto al Sud di Invitalia.

Sei un’estetista e Vuoi aprire un centro estetico? Scopri il finanziamento, fino a 200mila euro, di Resto al Sud di Invitalia, per chi ha tra i 18 ed i 55 anni.

Beauty e Wellness sono due termini entrati ormai nel vocabolario di tutti. Sentirsi (ma anche apparire) in forma è un’esigenza diffusa, che va oltre l’età, il sesso e lo stato sociale.

Perché, in fondo, basta poco per eliminare inestetismi e migliorare il proprio aspetto fisico. Ed allora, perché rinunciarvi?

La crescente domanda di “bello” ha fatto crescere, in maniera proporzionale, l’offerta, con i centri estetici che, ormai, sono diffusi in ogni città, in ogni paese, addirittura in ogni quartiere.

Segno dei tempi. E del desiderio di stare bene con se stessi.

I Finanziamenti per aprire un centro estetico.

Ma a proposito di centri estetici, chi ha già acquisito il titolo per poter esercitare la professione di estetista, come può accedere a fondi e finanziamenti per mettersi in proprio ed aprire un centro estetico?

Aprire un centro Estetico con un finanziamento Resto al Sud

Tra le misure e le agevolazioni immaginate per sostenere i giovani ad inseguire i propri sogni professionali, Invitalia propone Resto al Sud, un finanziamento perfetto per chi vuole aprire un centro estetico in Abruzzo, Basilicata, Molise, Puglia, Calabria, Campania, Sicilia e Sardegna.

Chi può accedere?

Ai finanziamenti messi a disposizione con Resto al Sud, possono accedere gli aspiranti e le aspiranti estetiste che abbiano un’età compresa tra i 18 ed i 55 anni.

Come Funziona?

Si può ottenere il beneficio in forma singola o associata: in base al progetto, può essere richiesta una somma fino a 50mila euro per ciascun socio e non superiore ai 200mila euro complessivi.

Il che vuol dire che, in presenza ad esempio di una società che coinvolga 5 persone, il limite massimo che potrà essere richiesta non potrà superare i 200mila euro.

Le somme saranno assegnate per il 35% a fondo perduto e per il restante 65% con un finanziamento bancario agevolato, con un fondo di garanzia sul finanziamento.

Aprire un centro estetico con i finanziamenti di Resto al Sud consente di avviare la propria attività con una copertura delle spese importante, in grado così di sostenere l’estetista nell’acquisto dei macchinari estetici, dalla luce pulsata al laser a diodo, dalla radiofrequenza necessari a svolgere l’attività, gli arredi per rendere accoglienti gli ambienti, i costi di eventuali ristrutturazioni o fitto dei locali.

Ed ancora: acquisto di software e licenze, utenze e spese per la comunicazione.

Per chi volesse aprire un centro estetico con le agevolazioni di Resto al Sud non resta altro da fare che consultare il sito internet di Invitalia o rivolgersi ad un professionista in grado di seguire le fasi propedeutiche alla richiesta del finanziamento.

Vuoi qualche consiglio sui macchinari da prevedere nel tuo centro estetico? Contattaci +39 089 631094

Come contrastare gli inestetismi in cabina con i macchinari Decomedical.

Quali sono le tecnologie e i macchinari più efficaci per combattere i fastidiosi inestetismi, cellulite in primis, in un centro estetico professionale? Ecco come fare con Decomedical per avere una pelle soda e ringiovanita. 

Ci sono numerosi difetti estetici che possono interessare il corpo femminile quanto quello maschile. Sicuramente sono le donne che da sempre sono più orientate a badare alla propria silhouette e a fare in modo che appaia quanto più giovane e sana possibile.

E la cellulite rappresenta la nemica numero uno, per la sua diffusione capillare anche in corpi snelli e molto giovani. 

Questo ci fa capire che non è solo la presenza di adipe oppure l’età avanzata a definire un corpo più o meno privo di inestetismi, ma la genetica e alcune importanti abitudini di vita quotidiana, come l’alimentazione o l’attività fisica. 

Ma se la cellulite è il difetto estetico più diffuso e mal sopportato, ce ne sono tanti altri che non sono da meno.

Ci sono gli accumuli adiposi, i fastidiosi cuscinetti, la lassità cutanea, la ritenzione idrica, e, parlando di viso, le rughe e le imperfezioni dell’incarnato che lo rendono spento e opaco. Insomma, tante problematiche che possono facilmente essere trattate attraverso azioni specifiche in centri estetici professionali. 

La Decomedical viene incontro a queste esigenze attraverso le sue apparecchiature di ultima generazione che aiutano gli operatori specializzati in estetica (ma anche i centri di medicina estetica) a offrire al cliente i massimi risultati a partire dalle prime sedute. 

Come contrastare gli effetti della “pelle a buccia d’arancia”, le adiposità localizzate e il rilassamento dei tessuti? 

Ci pensa il massaggio endodermico professionale grazie alla macchina Endoshaper. Messa a punto dai tecnici Decomedical per supportare gli operatori, il suo funzionamento consiste nel trattamento del tessuto connettivo sottocutaneo attraverso l’uso di un sistema di pressione a vuoto associato alla pressione di rulli montati all’interno del manipolo. In questo modo, la pelle e il tessuto sottocutaneo vengono sollevati e massaggiati in profondità, con un risultato finale di modellamento della silhouette. Sono quattro le azioni principali che questa portentosa macchina offre: lipidica, tonificante, drenante e modellante, con risultati visibili già dalla prima seduta.

Ma Endoshaper non è solo corpo. Può essere adoperato per viso e decolleté per migliorare l’ossigenazione dei tessuti, stimolare il circolo sanguigno e linfatico, per un aspetto generale luminoso e levigato. 

Trattamenti corpo anticellulite specifici e assolutamente infallibili? 

Utilizzando la tecnologia della radiofrequenza di Decofrequency Up, gioiellino Decomedical di alta tecnologia facile da usare con la sua app adoperabile da tablet di ultima generazione, programmi personalizzati e preimpostati e supporto tecnico immediato.

A livello monopolare, le onde elettromagnetiche agiscono sugli strati profondi della pelle e, attraverso il calore endogeno, consentono di trattare la fastidiosa cellulite rigenerando i tessuti e la lassità cutanea ridefinendo la forma fisica generale.

Con le onde bipolari, invece, la macchina è ideale per trattamenti viso di ringiovanimento cutaneo stimolando il collagene e l’elastina. Risultato? Figura modellata e attenuazione di rughe e segni dell’invecchiamento sul viso. 

Cosa fare nel caso di gonfiore e pesantezza alle gambe ed edema alle caviglie? 

In questi casi il pressomassaggio computerizzato è un toccasana. Ideale anche contro inestetismi quali ritenzione idrica e cellulite. Decomedical si propone con l’apparecchio Presso Dren Digit, un’altra perla del “made in Italy” dotata di tecnologia all’avanguardia e tablet che ne rendono semplice l’utilizzo da parte degli operatori del settore.

Si tratta di una tecnologia che offre cinque programmi preimpostati, modificabili e personalizzabili in base alle specifiche necessità e che consente di ottenere risultati disintossicanti e rigeneranti che promuovono il benessere generale agendo su tonicità e favorendo il dimagrimento. 

Gli ultrasuoni, infine: ecco un’altra tecnologia di cui si parla tanto per la sua efficacia per combattere inestetismi del corpo. 

La Decomedical sfrutta tutte le sue potenzialità con il macchinario Decotron, alleato dei migliori centri estetici per risultati sul corpo eccellenti.

E’ la macchina della quale non si può fare a meno per migliorare il microcircolo e l’ossigenazione cellulare, contrastando l’accumulo adiposo e prevenendo e contrastando la cellulite.

Risulta dunque particolarmente indicato in tutti i casi in cui sia necessario migliorare la circolazione sanguigna, con conseguente miglioramento del tono muscolare e dell’elasticità della pelle, per frantumare i liquidi e le scorie metaboliche.

Un trattamento efficace e indolore per il cliente, e che comporta all’operatore meno fatica e risparmio di tempo rispetto al tradizionale massaggio manuale.