fbpx

Ci sarà un motivo se anche Papa Francesco lo ha definito il gioco più bello del mondo. Il calcio è molto più di uno sport, un passatempo, un divertissement per il popolo.

C’è letteratura, sentimento, speranze dietro quella palla che rotola. C’è sacrificio e sorte, abilità e sforzo. E c’è condivisione e unità. Di attese innanzitutto. Quelle che nella mente, ancor prima che nelle gambe, conducono al gol, al sogno del bersaglio per eccellenza.

Un sogno che comincia da bambini. E che alcuni grandi hanno il piacere (ma anche il dovere) di cullare, di alimentare, di educare.

E’ il sogno di chi lo realizzerà, ma anche di chi lo ricorderà solamente.

Tra chi di sogni calcistici realizzati se ne intende c’è Luca Fusco, un nome che per i tifosi della Salernitana è sinonimo di grandi imprese, battaglie epiche e soprattutto serie A.

Era poco più di un ragazzino Luca Fusco quando, indossando la maglia granata della città in cui è nato, esordì nel massimo campionato italiano.

Realizzando così il suo sogno, ma anche quello di tanti suoi coetanei che in lui si immedesimarono per vivere il proprio, sia pure per interposta persona.

Oggi Luca Fusco è un allenatore emergente.

Che quelle sensazioni che aveva quando era ancora un bambino le ricorda bene. E forti. Al punto che, una volta appese le scarpette al chiodo, non ha esitato a dedicarsi ai più piccini. Perchè in fondo, chi più di uno che il suo sogno lo ha realizzato può aiutare a sognare?

Eccolo, allora, anima della sua Soccer Academy Luca Fusco, la scuola calcio che ha fondato qualche anno fa e in cui si formano i campioni del futuro.

Nel centro sportivo di Casignano, ogni giorno tantissimi ragazzini, dai 4 anni in su, si ritrovano a indossare tuta e scarpini inseguendo un pensiero.

Che può chiamarsi Cristiano Ronaldo, Lionel Messi o… Luca Fusco.

In un simile contesto, in cui si cresce come atleti ma prima ancora come persone, cercando di raggiungere il meglio nel rispetto di regole ed equilibri, ha trovato la sua stessa vision il brand Decomedical, l’azienda leader nel mercato della tecnologia per l’estetica che, per la stagione 2019/2020 ha deciso di legare il proprio nome alla scuola calcio di Luca Fusco.

“L’idea di sostenere la scuola calcio di Luca Fusco nasce da quella che è da sempre una mia convinzione: le aspirazioni, le tendenze naturali, specialmente quelle dei bambini, vanno incentivate, aiutate – racconta Lorenzo De Cola, amministratore di Decomedical -. A maggior ragione quando tali ambizioni si sviluppano nel campo dello sport, quello sano, quello che aiuta a crescere secondo principi e valori che, trasferiti nella società, contribuiscono a migliorare il mondo”.

Un binomio vincente formato da chi, sul campo, ha già dato prova di come, con passione, sacrificio e coraggio, si possano raggiungere traguardi insperati.